it IT en EN fr FR de DE es ES
Articolo Il Tango Argentino Ci Insegna A Vivere

Lo sappiamo tutti molto bene oramai: il tango argentino non è solo un ballo. Il tango si ascolta, si pensa, si vive, si intuisce...

 

E’ così astratto da non prendere alcuna forma, eppure così concreto da regolare gli equilibri della vita.


E’ quasi un credo, che si insinua nelle pieghe più intime del nostro inconscio, fino a dare sfumature diverse ai nostri vissuti. Esiste un “prima del tango”, un durante e, forse, anche un “dopo”, sebbene sia difficile incontrare chi ha deciso di abbandonare questa filosofia di vita.

 


La domanda è: Il tango ci insegna a vivere?


Nella forma in cui rimette ordine nei ruoli, dona equilibrio interiore, riconduce ad un senso sia femminile che maschile, forse si può rispondere SI, il tango ci insegna a vivere. Una cultura che affonda le sue radici in un passato genuino, oggi può aiutarci a ritrovare un’identità per alcuni aspetti perduta.


La galanteria, l’attenzione l’uno per l’altra, l’ascolto reciproco, l’abbraccio condiviso, non sono forse aspetti fondamentali di un vivere sano? Perciò sembra lecito considerare il tango come un maestro di vita, un maestro d’altri tempi, ma altrettanto attuale e necessario.


E andando oltre, fino ai confini dell’energia, dove non è più la ragione a dettar legge, ma dove regna il sentire interiore, ecco che lì, in quella terra che sembra di nessuno e che, eppure, ci appartiene fortemente, incontriamo la gioia di vivere, della quale il tango ne è una delle più belle espressioni.


In fin dei conti, se vogliamo, anche chi non balla tango potrebbe viverlo comunque, a dimostrazione che non è solo un movimento del corpo, bensì un modo per essere molto più di noi stessi.

E tu cosa ne pensi ?